Lite in campo, momenti di tensione in Serie A

Momenti di forte tensione e lite in campo in serie A: la denuncia arriva dal protagonista della vicenda. Ecco cosa è successo

Nel corso del weekend pasquale è ripreso il campionato dopo la sosta per le nazionali. In questo modo è partito il rush finale della stagione che entro due mesi emetterà i propri verdetti. Gare non banali quelle andate in scena soprattutto nel sabato con ben tre big match: Napoli-Atalanta, Lazio-Juve e Fiorentina-Milan. Proprio in quest’ultimo match c’è stato un episodio increscioso sfuggito alle telecamere. 

Alessandro Florenzi litigio prima di Fiorentina Milan
Il brutto episodio che ha coinvolto il calciatore è accaduto nel pre partita (LaPresse) – Notiziariosportivo.it

Una vera e propria lite in campo che ha portato momenti di tensione, sfuggiti ai più. A riferirlo è stato proprio il protagonista di questa brutta vicenda che lo ha reso noto nelle interviste post partita. Si tratta di Alessandro Florenzi, terzino del Milan, in campo sabato per sostituire lo squalificato Theo Hernandez.

La sua prestazione è stata buona. Attento in copertura ed efficace a livello offensivo, Florenzi non ha fatto rimpiangere il compagno di squadra, nonostante quanto accaduto ad inizio gara l’aveva turbato non poco, quando ha avuto un confronto non certo pacifico con un tifoso viola.

Lite in campo e momenti di tensione per Florenzi: ecco cosa è successo

Il giocatore rossonero ne ha parlato a Sky Sport, ponendo l’accento sull’accoglienza ostile ricevuta e specialmente sul comportamento di uno spettatore presente in tribuna.

 

“Durante il riscaldamento ho litigato con un tifoso viola” è l’incipit della rivelazione di Florenzi. “L’ambiente di Firenze è sano, qui sono tutti civili, ma lui è andato oltre. Ha iniziato a dire cose molto cattive su di me, sulla mia romanità e altre cose come l’essere alto, basso”.

Florenzi lite tifoso Fiorentina stadio Franchi
Alessandro Florenzi, lite con un tifoso prima di Fiorentina-Milan (Ansa) – notiziariosportivo.it

Si può parlare di razzismo? “No, il razzismo è un’altra cosa, non scherziamo. Non è uguale all’essere razzista però penso che ci voglia rispetto. Durante una partita è giusto che i tifosi dicano la loro, che magari si mandi a quel paese. Ma non bisogna mai mancare di rispetto”, attacca il terzino.

“Noi giocatori dobbiamo fare da esempio per i più piccoli, non si può trascendere ma a volte è difficile quando ti mancano di rispetto. Non si deve mai andare oltre, parte tutto da lì, dal rispetto” taglia corto il giocatore. Un brutto episodio, dunque, che ha riguardato comunque solo un singolo tifoso.

Nel pre partita, il pubblico della Fiorentina ha tributato un commovente omaggio al compianto Joe Barone con una splendida coreografia dislocata su curve e tribune durante il minuto di raccoglimento.

Impostazioni privacy